È TORNATO IL VERO SCONTO 80% - Spedizione Gratuita per ordini oltre 30€ - Ritiro gratuito in negozio

Halloween nel mondo

31 ott 2017

Halloween, una delle feste più antiche e note, non viene celebrata nel mondo nello stesso modo. Ogni Paese lega a questa festività eventi e ricorrenze diverse, tradizioni differenti che contribuiscono a definire il folclore di ogni popolo.

Festa di origine celtica, è particolarmente amata dai bambini che si divertono a travestirsi e a girare per le case in cerca di dolcetti, recitando la famosa domanda “dolcetto o scherzetto?”. Tuttavia, Halloween non è fatta solo di maschere bizzarre e scherzi terrificanti, ma anche di usanze e consuetudini che affondano le loro radici in tempi antichi. Tra zucche intagliate e scheletri inquietanti si celano infatti abitudini pittoresche che si tramandano da intere generazioni.

In Austria è usanza lasciare sul tavolo pane, acqua e una lampada accesa per accogliere le anime dei defunti durante la notte. In Irlanda invece, patria della festività, si accendono falò e si organizzano cacce al tesoro. Nel Nord Europa Halloween è una festa sentita: mentre nella capitale danese folletti e personaggi delle fiabe prendono vita, diventando i veri protagonisti della notte più paurosa dell’anno, in Svezia i cimiteri vengono avvolti da un’atmosfera suggestiva, quasi incantata. Gli svedesi infatti accendono lumini e candele in ricordo dei cari scomparsi, avvolgendo le tombe con calde e brillanti sfumature di luce.

Anche in Asia non mancano eventi legati al culto dei morti. In Cina, ad esempio, si dispongono cibo e acqua di fronte alle foto di amici e parenti deceduti, mentre lanterne luminose galleggiano sull'acqua per indicare agli spiriti la via per ascendere al cielo. A Hong Kong e in Corea il ricordo degli antenati viene celebrato con festival in occasione dei quali si vestono abiti tradizionali e si tengono spettacoli coinvolgenti.

Curiose anche le ricorrenze in Messico e in alcuni Stati dell’America Latina, dove le famiglie organizzano banchetti in onore dei defunti e adornano le tombe con fiori e festoni, ricreando un clima gioioso e conviviale. Si tratta di un’usanza dalle origini molto antiche che ha luogo i primi due giorni di novembre.

Momenti di commemorazione e di condivisione che si allontanano dalla versione più commerciale di Halloween fanno quindi parte della tradizione di molti Paesi. Tra miti e antiche leggende hanno preso forma ricorrenze che coinvolgono grandi e piccoli in una commistione di costumi e usanze culturali che è sempre bello scoprire e conoscere.

Written by Gloria Colnaghi

Perennemente curiosa, non posso fare a meno delle camminate all’aria aperta, delle canzoni dei Beatles e di un buon libro. Da sempre appassionata di scrittura, appunto tutto quello che mi passa per la testa, mentre la voglia di scoprire mi rende pronta per qualsiasi viaggio, anche dell’ultimo minuto.

Lascia un commento