Come organizzare e tenere in ordine la dispensa

20 mag 2024

La dispensa è una delle zone più importanti della cucina, dove conserviamo sia gli alimenti che gli strumenti essenziali per preparare i pasti di ogni giorno.

Per trovare ciò che cerchi al primo colpo, evitare sprechi alimentari e creare in casa un’atmosfera di benessere e pulizia, è bene prendersi cura di questo spazio: vediamo insieme alcune idee per organizzare la dispensa in cucina!

Come organizzare la dispensa perfetta in 7 mosse

1. Scegliere la giusta posizione: per decidere dove posizionare la propria dispensa è importante considerare il fattore “umidità”! Idealmente una dispensa dovrebbe sempre trovarsi in casa in una zona ben asciutta e fresca, per conservare gli alimenti in condizioni ottimali e ridurne il deterioramento. Si consiglia anche la vicinanza con le finestre per garantire una buona ventilazione e circolazione d’aria.

2. Pulizia e ordine costanti: il trucco per la migliore cura e organizzazione della dispensa è quello di svuotarla e pulirla totalmente ogni 3/4 mesi, con una certa regolarità.

Questa operazione serve a verificare di non avere in cucina alimenti scaduti o non più commestibili e l’eventuale presenza di insetti attirati da farina, pasta e altri ingredienti non sigillati correttamente, specialmente in estate.

Una dispensa ben organizzata deve essere infatti prima di tutto pulita: procediamo igienizzando l’interno di armadietti e pensili con detersivi appositi o con prodotti naturali come soluzioni di acqua e aceto. Non dimenticarti di tenerla organizzata ogni giorno, sarà molto più semplice ordinare a piccole dosi!

Consiglio utile: per proteggere la dispensa dall’attacco di insetti e tarme, puoi ricorrere a diversi rimedi naturali come le foglie di alloro da disporre sugli scaffali o all’interno di sacchetti antitarme, assieme ai chiodi di garofano oppure spruzzare soluzioni di acqua e oli essenziali con profumazioni come citronella, lavanda e menta.

3. Suddividi i cibi per categoria: una mossa intelligente per tenere in ordine la dispensa è organizzare lo spazio dedicando spazi specifici per ogni tipologia di alimento. Sarà come avere un piccolo supermercato in cucina che ti agevola a trovare rapidamente tutto ciò che cerchi. Sistema, ad esempio, tutta la pasta e il riso assieme, crea un angolino per le spezie e i condimenti e un altro per biscotti e cibi della prima colazione.

4. Tieni d’occhio le scadenze: quando organizzi la dispensa è importante anche tenere conto della data di scadenza degli alimenti. Puoi riporre i prodotti meno utilizzati e a più lunga conservazione nei ripiani più alti, o sistemandoli più indietro, e posizionare davanti e più raggiungibili gli alimenti con una scadenza imminente e quelli che deperiscono più in fretta.

5. Sfrutta al meglio gli spazi a disposizione: gli spazi in casa sono sempre pochi e, soprattutto se vivi in un piccolo appartamento, è spesso necessario ricorrere a qualche soluzione creativa per sfruttare al meglio ogni angolo della cucina!

Un suggerimento utile è quello di installare mensole e scaffalature a vista per guadagnare spazio extra per spezie e barattoli di sale, zucchero e caffè, rendendo al contempo gli spazi in cucina accoglienti e belli da vedere. Anche le barre portautensili sono davvero pratiche per appendere i tuoi utensili e liberare prezioso spazio in dispensa.

Consiglio utile: nel caso di confezioni e imballaggi ingombranti (per esempio le scatole di cereali), puoi trasferire il contenuto in barattoli e contenitori ermetici! Ricordati di apporre un’etichetta con il nome dell’alimento, la data di scadenza ed eventuali allergeni.

6. Non riempire troppo la dispensa: per vedere in modo chiaro e a colpo d’occhio ogni settimana ciò che c’è in dispensa e ciò che serve comprare, è ottimale non stipare un numero smisurato di pacchetti e cibi nei pensili in cucina. Oltre a rischiare che ti cadano in testa ogni volta che apri lo sportello, sarà più difficile controllare le scadenze e ridurre gli sprechi alimentari. Non utilizzare più dell’80% dello spazio e serviti anche di pratici divisori e cestini!

7. Contenitori, gli alleati indispensabili: i barattoli e i contenitori sono davvero preziosi in cucina per conservare al meglio gli ingredienti. Sigillano perfettamente il contenuto e possono personalizzare con gusto la casa. Vediamo insieme come sceglierli.

Sistemare la dispensa con barattoli e contenitori 

I contenitori trasparenti sono gli strumenti più pratici per mantenere la tua dispensa ordinata: ti permettono di avere una visione chiara dei cibi e delle quantità disponibili e conservano gli alimenti lontani da umidità, insetti e altre contaminazioni. Spesso è anche facile impilarli così risparmi spazio in dispensa!

 

Come scegliere il materiale? La scelta di barattoli e contenitori dipende ovviamente dal tipo di alimento che hai bisogno di conservare. Per pasta, riso, cereali e alimenti secchi puoi scegliere contenitori in plastica, pratici e leggeri, o anche barattoli in vetro con chiusura ermetica, che sono ottimali anche per la farina.

I contenitori di latta sono invece adatti per le tue scorte di caffè e biscotti perché ne mantengono aroma, fragranza e gusto più a lungo, al riparo dalla luce. Vetro e latta sono le migliori scelte in caso di una dispensa a vista, assieme alla terracotta. I contenitori in terracotta sono più delicati, ma ottimi per conservare alimenti aromatici come aglio e spezie che richiedono una conservazione in ambiente fresco e asciutto.

Ricordati invece di conservare le patate al buio, per evitare che germoglino, all’interno di sacchetti e contenitori ad hoc.

Dispensa in ordine: non solo cibo! 

Oltre agli alimenti, negli armadietti in cucina è utile avere a portata di mano i piccoli elettrodomestici che utilizziamo ogni giorno. Frullatore a immersione, sbattitore, tostapane e bollitore possono trovare spazio proprio nei pensili vicino a piano cottura e forni, liberando i piani della cucina.

Alcuni di loro, seppure piccoli, possono risultare comunque abbastanza ingombranti e bisogna quindi studiare bene come posizionarli. Il consiglio è quello di collocare in fondo o negli scaffali più alti i dispositivi che utilizzi di meno e lasciare in primo piano gli elettrodomestici di uso quotidiano.

Se lo spazio non basta e individui accessori che usi, a dir tanto, una volta all’anno, puoi anche considerare di spostarli in credenze e armadi posizionati in un’altra stanza.

Idee salvaspazio per una dispensa organizzata 

Tenere in ordine la dispensa in cucina può essere l’occasione per liberare la tua creatività e studiare soluzioni alternative salvaspazio.

Ad esempio, se sei appassionato di cucina e ami utilizzare le spezie, il consiglio è quello di tenerle a portata di mano e non stiparle tutte nell’armadietto dove è difficile individuarle. Puoi utilizzare un bel portaspezie da lasciare sul piano in cucina oppure optare per piccole mensole da fissare all’interno dello sportello dell’armadietto.

Per ottimizzare lo spazio è funzionale anche utilizzare divisori per ripiani: otterrai uno spazio extra su vari livelli per organizzare prodotti con altezze e grandezze diverse. Aggiungi anche qualche cestino e contenitore per radunare confezioni e pacchetti più piccoli e averli ordinati e facili da prendere.

 Sul sito e nei negozi Kasanova trovi tante idee per organizzare e rendere davvero funzionale la tua dispensa!